Il primo aspetto da considerare è il valore dei nostri beni, un valore che sarà assicurato nelle sezioni “incendio” e “furto” del contratto. Per questo, quando si sottoscrive un’assicurazione casa è bene conoscere le due differenti tipologie assicurative.

Copertura beni a valore intero:

  • Alla voce del fabbricato si indicherà l’intero valore del fabbricato, inteso come il mero costo di ricostruzione a nuovo (da non confondere con il valore commerciale che comprende anche il valore del terreno, posizione dell’abitazione ecc.).
  • Alla voce contenuto va indicato l’importo necessario per ricomprare tutti i beni in caso di danno.

Cosa succede se non definisco in modo corretto questi parametri?

Se il valore dichiarato in polizza è superiore al valore reale dei beni pagherei la mia polizza più del dovuto.
Al contrario, se il valore dichiarato in polizza è inferiore al valore reale dei beni, rischio che il danno venga liquidato solo in proporzione alla differenza tra il valore dichiarato e il valore reale dei beni (come disposto dall’art.1907 del Codice Civile).

Copertura dei beni a primo rischio assoluto

In questo caso non è necessario indicare il corretto valore dei beni, ma si indica quello che riteniamo possa essere l’importo del massimo danno che potremmo subire a seguito di un danno.
In caso di sinistro, l’assicurazione risponderà interamente del danno, ma fino al massimo del valore indicato nel contratto.

Solitamente è una formula utilizzata per il furto, in quanto è improbabile che venga derubato l’intero contenuto dell’abitazione. Si farà semplicemente una stima del valore dei beni che riteniamo possano essere più soggetti a furti.

COSA INTENDIAMO QUANDO PARLIAMO DI “POLIZZA CASA”?

In linea di massima la polizza assicurativa dell’abitazione offre l’opportunità di proteggere i beni più importanti: la nostra casa e la nostra famiglia. Ma la domanda è: come assicurarli e da quali rischi?

Nel gergo assicurativo questo tipo di assicurazione viene definito “multirischio” proprio perché offre diversi ambiti di copertura (di seguito vengono elencati i principali), definiti “sezioni“, che l’assicurato può scegliere a seconda delle proprie esigenze.

  1. Sezione incendio:

Ricomprende i danni materiali subiti dal fabbricato e dal suo contenuto a seguito di un qualsiasi evento, quali ad esempio: incendio, scoppio, azione del fulmine, fenomeni elettrici.
Si aggiunga inoltre, la possibilità di ricomprendere delle garanzie aggiuntive a tutela dell’abitazione, quali ad esempio: fenomeni atmosferici, sovraccarico neve, eventi socio-politici, terrorismo e atti dolosi, bagnatura, lastre

  1. sezione furto:

Questa sezione è rivolta principalmente ai beni contenuti all’interno della nostra casa contro i danni subiti a seguito di furto, tentato furto e rapina. Quindi non solo sarà risarcito il valore in denaro dei beni sottratti, ma anche i danni causati dai ladri all’abitazione stessa (es. rottura serrature e danneggiamento in generale).

  1. Sezione Responsabilità civile:

In questo caso l’ambito di applicazione si trasferisce dal bene casa al bene famiglia. Così facendo tuteliamo il nostro patrimonio dall’eventuale richiesta di risarcimento da parte di terzi in conseguenza ad un danno cagionato da uno qualsiasi degli appartenenti al nucleo familiare. Nella suddetta sezione rientrano i danni causati:

  • –  Da animali
  • –  Dalla pratica di hobby
  • –  Dai figli durante attività ludiche
  • –  Durante attività sportive
  • –  Dall’abitazione stessa

La copertura assicurativa sarà comunque prestata entro le somme assicurate e/o i massimali assicurati e i relativi limiti di indennizzo riportati in contratto e con l’applicazione degli scoperti e/o delle franchigie anch’essi indicati in contratto, ferme restando le delimitazioni e le esclusioni previste.