Trascorri molte ore fuori casa per lavoro e attività quotidiane e il pensiero di non avere i tuoi beni sotto controllo ti preoccupa. Scopri come chiudere la porta di casa senza preoccupazioni.

In Italia 530 furti al giorno. Che sia con il sole, il buio o durante le vacanze dei proprietari di casa si ottiene sempre lo stesso risultato: i ladri portano via beni preziosi e lasciano danni dentro casa.

I dati ISTAT dell’ultimo rapporto dicono che il numero maggiore di furti in casa si concentra in Toscana, Emilia Romagna e Veneto.

Quali abitudini adottare per proteggersi?

Installare un sistema d’allarme è sicuramente il primo pensiero di ognuno di noi per proteggerci da certe situazioni. Utile strumento anche per scoraggiare il malintenzionato. In altri casi, si possono adottare anche sistemi di controllo da remoto, consultabili da cellulare, per sentirci più tranquilli e avere la situazione sott’occhio. Ma questi non sono gli unici accorgimenti da adottare.

Esiste una serie di buone abitudini che possono realmente ridurre il rischio di subire un furto in casa. Per esempio:

  • Finestre e porte resistenti: una porta blindata, le sicure alle finestre per evitare che possano essere aperte facilmente
  • Non aprire il portone di casa se non sai chi ha suonato
  • Non far conoscere le tue abitudini sul web: oggi sono sempre di più i ladri che, prima di commettere il reato, cercano informazioni su di noi
  • Chiedi a qualcuno di controllare casa quando sei fuori per molto tempo: in questo modo non solo controllerà che tutto sia in ordine, ma farà anche pensare che in casa ci sia sempre qualcuno
  • Non scrivere l’indirizzo di casa sulle chiavi: pratica più frequente di quanto tu possa pensare. Renderebbe davvero facile la vita al ladro
  • Conserva soldi e preziosi in luoghi sicuri: installare una cassaforte ha certamente un costo, ma può rivelarsi davvero utile
  • Scatta una foto dei tuoi averi e dei certificati di proprietà: sarà facile dimostrarne il possedimento in caso di polizza assicurativa
  • Lascia una luce accesa: farai credere di essere ancora in casa
  • Se abiti in un piano basso o in una casa indipendente, metti le grate alle finestre

Come prevenire e limitare i danni?

Un vecchio detto recita: “Prevenire è meglio che curare”. Ma cosa fare nel caso in cui si dovesse arrivare al momento della cura? Se i ladri entrano in casa e portano via beni e preziosi, il danno potrebbe essere davvero ingente. Ma non solo, cercando e scappando potrebbero causare danni all’abitazione.

In questi casi, al danno emotivo potrebbe aggiungersi il danno economico, uno scossone per il tuo patrimonio.

Oltre alla prevenzione diretta con sistemi di sicurezza, puoi proteggere i tuoi beni con una polizza pensata per la tua abitazione. 

Quali coperture?

La copertura per la casa rientra in una polizza “Multirischio” pensata per proteggere contemporaneamente più situazioni, tra cui il furto.

In particolare, un’adeguata assicurazione dovrebbe garantirti:

  • In caso di rotture con scasso
  • In caso di intromissioni in casa con uso di chiavi false o vere (il cui smarrimento sia stato denunciato regolarmente)
  • In caso di intromissioni attraverso inferriate
  • In caso di furto da parte di collaboratori domestici
  • Guasti causati dai ladri durante il furto
  • Furto e rapina di oggetti personali, preziosi e valori, capi d’abbigliamento

Però, ricorda sempre di controllare le franchigie della tua polizza. Una polizza davvero poco costosa avrà delle franchigie così alte che non riuscirai ad ottenere il giusto risarcimento per le tue perdite. Allo stesso modo, verifica i massimali.

Quando si tratta di un bene prezioso, come la casa, è bene prendere sempre le giuste preoccupazioni. Non lasciare che un evento spiacevole causato da altri provochi un danno ulteriore al tuo patrimonio.

Non succede, ma se succede? Pensaci prima.